lunedì 3 settembre 2012

Fine collaborazione Unilever

Buongiorno ragazze,

vi scrivo questo post per rendervi partecipi di una decisione che ho preso qualche settimana fa...

Come chi mi legge saprà più o meno da Luglio ho deciso di non acquistare più marche di make up che non sono cruelty free, io amo gli animali più di ogni altra cosa, ho un rapporto viscerale con i miei gatti e il mio cane e chi mi conosce personalmente sa che li tratto più come figli che come animali, percui questa decisione l'ho presa più che altro per loro...


Ammetto che so da anni degli schifosi trattamenti che alcune case cosmetiche fanno, ma in un certo senso quando una persona (o forse solo io) non ha le immagini sott'occhio prende meno coscienza di quella che è la realtà, quindi dopo un'iniziale ribellione poi mi son sempre persa per strada, anche e soprattutto attirata sulla brutta strada dalla quantità di novità cosmetiche molto pompate da pubblicità e review, che purtroppo (anche per il portafoglio) su di me fanno una gran presa.
Ultimamente con l'attenzione che la stampa nazionale ha dato alla questione di Green Hill, le immagini sono prepotentemente venute a galla e anche sotto i miei occhi ed è tornata in me la repulsione di prima verso le case cosmetiche non cruelty free, ma questa volta ne ho davvero viste tante di cose e non VOGLIO e non DEVO perdermi per strada di nuovo.

So che non sarà facile ma devo resistere...lo devo alla mia coscienza, alle mie bestiole e anche a tutte le altre bestiole...

Vorrei fare il grande passo anche con i prodotti per la casa e convertire anche la mia mamma...e qui chiedo il vostro aiuto....se sapete dove si possono trovare prodotti per la casa cruelty free vi prego scrivetemelo in un commento, ve ne sarò davvero grata!


Unitamente a quella decisione ho anche iniziato ad appassionarmi alla questione ecobio, di cui ne so ancora davvero poco, faccio fatica a riconoscere l'ecobio vero da quello millantato però anche questo è un passo difficile ma che voglio fare...
Sarà difficile per la difficile reperibilità di alcuni prodotti, sarà difficile perchè spesso sono più costosi ma anche qui....chiedo il vostro aiuto.....suggerite suggerite suggerite....mi segnerò tutto! Per ora ho fatto un bell'ordinone da Fitocose insieme alla mia amica Nella (dobbiamo farci forza a vicenda con le nostre lotte amica!!) anche lei convertita al cruelty free ed ecobio già da prima di me....

Ma son curiosa di natura quindi se ci sono marche altrettanto buone ma magari meno conosciute scrivetemelo!

Arriviamo però al sodo :D

Verso Gennaio ero stata contattata dall'ufficio stampa della Unilever ed essendo io agli inizi oltre all'entusiasmo del primo ufficio stampa che mi contattava avevo anche reputato che fosse una buona occasione per provare qualcosa d nuovo ed avevo accettato.

Ora però dopo le decisioni che ho preso mi sembrerebbe altamente incoerente (e scorretto nei vostri confronti) continuare a collaborare con loro, questo perchè la Unilever non rappresenta marchi che soddisfano ciò che cerco adesso, pertanto ho inviato loro una mail comunicando la mia decisione.

Non nego che potrà capitarvi nei prossimi mesi di leggere review di prodotti non ecobio o non cruelty free, questo perchè nei cassetti li ho e non ho intenzione di buttarli senza usarli o finirli, non sarebbe di giovamento a nessuno, i prodotti li ho acquistati e i soldi nelle tasche delle aziende sono arrivati quindi a perderci sarei solo io che avrei buttato soldi...


A presto

Barbara
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...